Il Battesimo non è un fatto isolato con il quale i genitori affidano a Dio
il loro bambino ma l’inizio di un cammino di appartenenza alla Chiesa

Anno Pastorale 2021-2022

Il Sacramento del Battesimo verrà amministrato nelle seguenti date: 

2021 Domenica h. 12:00/12:30:   27 giugno; 10 luglio (sabato h. 11:00); 26 settembre; 17 ottobre; 28 novembre; il 26 dicembre.

Domenica 12/12, nella S. Messa delle h. 11:00, invito di tutte le coppie dei battezzati con la veste battesimale e la candela, luce di Cristo, per la benedizione natalizia dei bambini e dei bambinelli del presepe casalingo.

2022 Domenica h. 12:00/12:30: 9 e 30 gennaio; 27 febbraio; 27 marzo; 16 aprile (ore 22.00 nella Veglia di Pasqua); 24 aprile; 22 maggio; 26 giugno; 18 settembre;

       Domenica 24/04, domenica in Albis, invito alla messa delle h. 11:00 di tutte le famiglie dei battezzati, con la veste e la candela dei battesimi e delle mamme in attesa, per la benedizione pasquale.

 

Per il Battesimo sono previsti tre incontri:

  • due con una coppia della parrocchia (da decidere insieme) ed uno con il parroco, il sabato prima del battesimo alle ore 10:15, in chiesa.

I genitori che intendono chiedere il Battesimo per il proprio figlio sono invitati a farne richiesta almeno un mese prima della data prescelta, ritirando il foglio dati e riconsegnandolo, compilato in modo leggibile.

Orari ufficio: lun.-mart.-merc.- ven., h. 18:00-19:45.

Tel. 06.87.18.17.98 –  www.parrocchiagesubambinoasaccopastore.it

don Gianfranco e le famiglie della catechesi battesimale

Il Battesimo degli adulti

Che gioia, quando sono stata contattata dal parroco don Gianfranco, per preparare Ramona, mia ex alunna ai sacramenti dell’iniziazione alla fede cristiana (battesimo, riconciliazione, eucarestia, confermazione).

La scelta mi ha entusiasmata, ma anche emozionata particolarmente, perché mi sono trovata davanti una persona adulta che ha scelto liberamente di intraprendere per circa un anno questo cammino.

Prenderla per mano per me è una grande responsabilità, soprattutto perché il Signore mi ha chiamata dopo tanti anni a rincontrarla per annunciarle la bellezza, la misericordia e l’amore di Dio nella sua vita.

Lei mi ha conosciuto come insegnante e l’ho introdotta nel mondo scolastico, ora sono chiamata attraverso la mia testimonianza a introdurla nella Chiesa.

Come catechista, al mio fianco, c’è anche Desireé, che a sua volta è stata una mia catecumena.

Certo, il Signore agisce in modi particolari, e straordinariamente fuori da ogni nostro schema. 

E’ proprio vero, seminare amore è riceverlo, è ridonarlo in tanti modi.

Auguro a Ramona di accogliere sempre nella sua vita il Signore per farsi sostenere e accompagnare trovando nella preghiera aiuto, conforto e ogni benedizione.

Antonella B.

Un momento della preparazione

IL NOSTRO FONTE BATTESIMALE


Ogni figlio di uomo
quando viene portato al Battesimo,
è come se fosse  sepolto con Gesù nella sua tomba
e capace di partecipare
alla resurrezione di Gesù.
II Battesimo opera una immersione in Cristo
e, di conseguenza, come Gesù
dalla tomba è resuscitato a nuova vita,
così ognuno di noi,
immerso nella sua morte per mezzo del Battesimo ,
vien fuori dall’acqua
con un nuovo tipo di vita: quella di Dio.
Così San Paolo ai suoi primi cristiani:
Ecco le due parti del fonte battesimale:
Il Basamento:
Un ottagono in travertino sabbiato :
é il simbolo di Gesù redentore.
La Conca:
Una piramide circolare tronca,
in marmo bianco di Carrara,
che si immerge nel basamento:
è il simbolo dell’uomo che col battesimo
si seppelisce e si inserisce in Cristo
e ne emerge per vivere per mezzo di Lui
la vita di Dio, nella propria vita umana.
Per questo la parte superiore della conca
è contornata da una fascia di mosaico azzurro
su cui corre la scritta:
“Sepolti con Cristo nel battesimo
viviamo con Lui nella vita di Dio